Intonaco di argilla per il flagship store Sulwhasoo e la Osulloc Teahouse, Seul

Intonaco rinforzato di finitura in argilla a grana fine TerraVista Plus Liscio in un’ampia gamma di colori applicato su pareti e soffitti

Fine-grained reinforced finishing clay plaster TerraVista Plus Smooth in a wide range of colours applied on walls and ceilings of the Sulwhasoo Bukchon Flagship Store-Osulloc Teahouse Bukchon complex in Gahoe-dong, Seoul. Project by One O One. Photography by Kim Inchul

Prodotti utilizzati

Informazioni sulla realizzazione

Il progetto di restauro denominato “Gahoe-dong DUZIP”, si focalizza sulla rigenerazione del centro storico all’interno delle mura cittadine di Seoul. Questo progetto riveste un’importanza cruciale per la capitale coreana, Seoul, in quanto mira a recuperare la funzionalità del centro storico enfatizzando il senso del luogo e la sua importanza storica come sito che può spiegare la scelta della posizione di Hanyang, l’antico nome di Seoul.

 
Il progetto intende portare strutture residenziali del passato, specificatamente hanok (case tradizionali coreane) degli anni ’30 e yangok (una forma di architettura ibrida coreana) degli anni ’60, nell’era contemporanea, offrendo al contempo un’occasione per esplorare la storia abitativa moderna di Seoul negli ultimi cento anni. Attraverso principi di ristrutturazione accuratamente definiti e criteri per un restauro creativo, il progetto si distacca dalla mera conservazione formale degli edifici per abbracciare un approccio basato sui criteri della Carta di Venezia dell’UNESCO, che pone l’accento sul mantenimento dello spirito del luogo piuttosto che sulla sua forma fisica originaria.
 
L’intento è di riscoprire l’estetica coreana attraverso l’integrazione tra hanok e yangok, contribuendo così alla fusione della modernità con l’estetica tradizionale. L’area di Gahoe-dong, con le sue quattro stagioni vivide e colorate, diventa metafora di un percorso (Ilboilgyeong, ovvero “un passo una vista”) che permette di sperimentare visivamente le stagioni attraverso l’architettura hanok e yangok.
 
Il progetto prevede anche la creazione di una connessione visiva tra la strada e gli edifici attraverso la demolizione di un muro di sostegno alto sei metri e la realizzazione di un cortile che permette alla luce di filtrare tra di essi, enfatizzando così l’interazione tra spazi interni ed esterni e la bellezza dell’architettura coreana che si manifesta nella varietà delle altezze del Gidan e nell’eleganza del Daecheong aperto.
 
Choi Wook, il principale di ONE O ONE Architects, porta avanti questo progetto con una filosofia che valorizza il pensiero oltre la forma, basando l’architettura sull’importanza della connessione tra interno ed esterno. La sua formazione e la sua carriera, che includono studi in Corea e Italia e collaborazioni internazionali, riflettono un approccio olistico all’architettura che cerca di armonizzare innovazione e tradizione.
 
In sintesi, il testo descrive un progetto di restauro che non solo mira a preservare l’architettura storica di Seoul ma anche a reinterpretarla in chiave contemporanea, evidenziando l’importanza di un dialogo costruttivo tra passato e presente nel tessuto urbano della città.
 

Nell’ambito del progetto “Gahoe-dong DUZIP”, l’architetto Choi Wook ha posto un’attenzione particolare alla scelta dei materiali, optando per prodotti di finitura in argilla di MATTEOBRIONI per pareti e soffitti. Questa decisione riflette un impegno verso la sostenibilità e l’ecocompatibilità, aspetti sempre più rilevanti nell’architettura contemporanea. I prodotti MATTEOBRIONI non solo rispettano l’ambiente grazie alla loro natura ecosostenibile ma offrono anche un elevato profilo estetico che si integra armoniosamente con l’edificio preesistente.

 
L’uso di argille naturali per le finiture interne contribuisce significativamente al recupero del senso del luogo, enfatizzando la connessione con le tradizioni costruttive coreane e con la terra stessa. Questi materiali, noti per le loro proprietà di regolazione termica e umidità, migliorano la qualità degli spazi interni, garantendo al contempo un ambiente salubre per gli occupanti. Inoltre, l’estetica sobria e naturale dell’argilla si sposa perfettamente con la filosofia progettuale di Choi Wook, che mira a creare architetture che pensano oltre la forma, valorizzando la relazione tra spazio interno ed esterno e tra tradizione e modernità.
 
Incorporando i prodotti di finitura in argilla MATTEOBRIONI, il progetto “Gahoe-dong DUZIP” diventa un esempio emblematico di come l’architettura possa contribuire alla sostenibilità ambientale senza sacrificare l’eleganza e l’armonia estetica. Questa scelta materica riflette un approccio olistico alla costruzione che considera l’impatto ambientale, la salute degli occupanti e l’integrità estetica come componenti fondamentali di un progetto di successo.
 
Fotografia: Kim Inchul, su gentile concessione di ONE O ONE factory

Trova il prodotto perfetto per il tuo progetto.

Contattaci

Contattaci