Milano Design Week 2018

Venite a trovarci!

Milano Design Week 2018
Milano, 17 - 22 Aprile 2018
dalle 9.30 alle 18.30

Per ulteriori informazioni:
info@matteobrioni.com

Ci vediamo... A presto!

Scansiona la nostra posizione o clicca qui per trovarci facilmente.

Matteo Brioni | Milano Design Week 2018
Download 746kb

Alla Milano Design Week la terra cruda di Matteo Brioni raccontata attraverso le 14 argille della collezione 2018: una costante ricerca per le diverse applicazioni “bespoke” da visitare in un percorso dove la decorazione di interni incontra la sua massima espressione.

La terra cruda di Matteo Brioni, architetto impegnato nella continua ricerca di utilizzo di questo materiale “ecofriendly”, dopo il grande successo dell’edizione 2017, torna alla Milano Design Week. Numerose le installazioni che impreziosiranno le location del capoluogo lombardo; Space & Interiors, Agape 12, Bulthaup, Elmar, De Castelli, Paola C.

Space & Interiors_Un’accurata ricerca e selezione delle terre da parte di Matteo Brioni che si materializza nella Torre delle Terre e nelle Stratigrafie, design Studio Irvine, dove 14 argille declinate in 14 box con all’interno solidi di forme diverse e 14 Stratigrafie visualizzano il materiale naturale per eccellenza: la terra cruda. Volumi bidimensionali e tridimensionali per raccontare le finiture di Brioni da toccare e spostare, provando ad accostare colori ed effetti diversi.

Due nuove tonalità per la collezione 2018 – 2019 sul tema del rosa, con sfumature e provenienze diverse: la superficie Cipria selezionata da terre cagliaritane ed il Cammeo selezionato in cave piemontesi.

Agape12_Novità assoluta anche la collezione Capitelli (Preview), anch’essa design Studio Irvine. Tre volumi che diventano funzionali: tavolini, centrotavola e svuotatasche con forme che rimandano ad elementi architettonici del passato con un linguaggio minimale. La collezione Capitelli, nelle declinazioni dei tre ordini ionico, dorico e corinzio, sono realizzati in terra cruda con un’anima leggera che rende facile la presa dell’oggetto ed il suo utilizzo in ambienti diversi.

Bulthaup_La terra cruda di Matteo Brioni quest’anno ha arredato anche lo spazio di bulthaup cucine che ha scelto un’architettura storica per l’esposizione delle novità 2018: la chiesa di San Carpoforo in Brera. Qui il lavoro di Matteo ha trovato la sua massima espressività nell’integrazione tra il pavimento in TerraTon melograno e l’architettura dello spazio, in completo accordo al pavimento in terra cotta ivi presente.

Nello spazio di Elmar cucine in Via Durini ecco che la terra cruda di Matteo raggiunge i massimi livelli di “bespoke”: Terra Evoca è stata plasmata a seconda delle esigenze dello spazio e degli arredi. Sulle pareti appaiono disegni dalle geometrie molto definite mentre le ante del nuovo modello sono rivestite con il decoro classico di Terra Evoca.

Sotto la sapiente direzione artistica dell’architetto Marialaura Rossiello dello Studio Irvine, che ha guidato la maestria di Matteo Brioni, il marchio è diventato il riferimento della terra cruda. “Matteo è produttore, fornitore, selezionatore, applicatore, in una parola: l’architetto della terra cruda – dice l’art director - . Consiglia, crea team di lavoro, applica, battezza nuovi prodotti e li taglia su misura per ogni nuovo progetto. Matteo è anche sinonimo di ecologia, passione, cuore che parla attraverso un materiale etico, capace di adattarsi a qualsiasi forma e desiderio estetico. La materia che entra in relazione con la persona”. Ideale per superfici continue sia verticali sia orizzontali, la terra cruda assume sinuosamente qualsiasi forma, plasmandosi e creando esperienze tattili che rendono unici gli ambienti in cui viene inserita.